Tabella esercizi stretching da fare dopo la corsa

Tabella esercizi stretching da fare dopo la corsa
per Redazione Stampa |

Tutti i runners sanno benissimo che è molto consigliato, per non dire necessario, fare stretching prima e dopo l' allenamento. Eppure sappiamo bene che (molto) spesso decidiamo di "dimenticare" questa parte di allenamento.

I benefici dello stretching sono moltissimi, ed è la maniera migliore per fare in modo che i muscoli recuperino il loro stato prima dell'esercizio, che si riduca il sovraccarico che hanno avuto durante l'esercizio, consentano una migliore e maggiore circolazione sanguigna, e ci aiutano, quindi, ad assimilare meglio l'allenamento.

Lo stretching all'inizio di ogni sessione di allenamento, è uno dei comandamenti fondamentali per ogni runner, nessuno escluso. Dai più esperti a coloro che stanno muovendo i primi passi nell'universo del running.
A chi non è capitato di avere un sovraccarico muscolare, uno strappo o quei doloretti fastidiosi ai muscoli dopo la corsa? E questo è dovuto, quasi sempre, al fatto che non sono stati eseguiti bene gli esercizi di stretching o che, direttamente, non sono stati fatti!

Potresti essere interessato a: ricomincia a correre dopo il COVID

C’è da sottolineare che non esiste un piano di stretching valido per tutti, ogni persona è diversa e per il suo modo di correre e ognuno di noi ha diverse esigenze e deve prediligere lo stretching in alcune zone muscolari in determinate parti del corpo. 

In ogni caso sappiamo che, qualsiasi sia la nostra routine, hanno tutte in comune gli innumerevoli benefici che lo stretching ci darà: 

  • Riduce la tensione muscolare e facilita un recupero più rapido Aiuta a migliorare la flessibilità muscolare. 
  • Rafforza i diversi gruppi muscolari. Previene gli infortuni, in particolare crampi, sovraccarichi e contratture. 
  • Rafforza la coordinazione e aumenta la libertà di movimento.
  • Migliora la circolazione sanguigna. 

E come premessa di base da seguire, è necessario tenere sempre presente che lo stretching non deve mai causare dolore. Se mentre fai i tuoi esercizi compare, è un'indicazione che ti stai stirando eccessivamente il muscolo e che non stai eseguendo gli esercizi correttamente. Detto questo, focalizziamoci sugli esercizi! 

Parlando di routine, su Runnea Academy , la piattaforma di allenamento di Runnea, i nostri preparatori atletici Antonio Bores e Fernando Carregal hanno creato una tabella di stretching di base da seguire dopo la corsa. 

Prendi nota, è molto importante stirare bene ogni parte del corpo! 

Molto spesso si pensa che la corsa sia uno sport che si concentra maggiormente nella parte inferiore del corpo, e non viene data quindi importanza, dopo l’allenamento, allo stretching della parte superiore. Grosso errore! Certo, è importante effettuare lo stretching della parte inferiore del corpo (gambe, cosce, ginocchia, polpacci, caviglie, tendine d'Achille), ma non bisogna dimenticare il resto del corpo. Bisogna tenere presente che, a causa della catena muscolare, un problema nella zona pettorale può avere un impatto sulla parte addominale, arrivando fino al bacino. Quindi iniziamo a fare stretching proprio nella parte del collo, torso e braccia. 

Ricorda che bisogna stirare bene tutti i muscoli del corpo, non avere un effetto rimbalzo brusco, forzando la flessibilità poiché a ogni stiramento violento delle fibre muscolari si verifica una contrazione riflessa. In questo modo non aiuterai i tuoi muscoli a rilassarsi, anzi. Inspira quando allunghi il muscolo ed espira tenendolo in tensione. Non trattenere il respiro, poiché un altro degli obiettivi dello stretching è recuperare la normale frequenza cardiaca. 

Lo stretching ti aiuterà a migliorare la tua performance di corridore, poiché non solo contribuisce a migliorare la flessibilità e l'elasticità, ma prepara anche i muscoli e le articolazioni allo sforzo fisico. E, naturalmente, è un perfetto metodo di prevenzione per gli infortuni.

Adesso ti presentiamo le nostre tabelle di esercizi per iniziare la tua routine di stretching. Sei pronto?

Link correlati

  1. Digiuno intermittente: 5 consigli per i corridori

    Digiuno intermittente: 5 consigli per i corridori

    L'assenza volontaria di cibo o il digiuno intermittente possono portare grandi benefici ai corridori popolari, tuttavia, non è una scelta consigliabile per tutti gli atleti. Anche se è un'ottima opzione per preparare gare di lunga durata, non è raccomandata, tra le altre, per le persone con disturbi alimentari, le persone insulino-dipendenti e le donne incinte.
  2. Le migliori creme solari per l'estate 2021

    Le migliori creme solari per l'estate 2021

    Sappiamo bene che il sole, nonostante ci fornisca vitamina D, con i suoi raggi UVA e UVB è il primo fattore di invecchiamento della pelle e causa di molte scottature solari. Ed è per questo che, durante le uscite sportive, ma in generale ogni volta si è esposti al sole, si dovrebbe usare sempre la protezione solare per non danneggiare la pelle.
  3. Come faccio a sapere se sono un corridore supinatore e quali scarpe da running comprare?

    Come faccio a sapere se sono un corridore supinatore e quali scarpe da running comprare?

    Il nostro podologo sportivo, Toni Fernández Sierra, risponde a quelle domande frequenti che molti corridori che arrivano nel suo ufficio della clinica PODUM di Córdoba gli pongono. L'attenzione si concentra sui corridori supinatori e, soprattutto, su quali scarpe running sono le migliori per correre con questo tipo di impronta.
  4. Guida alla scelta delle scarpe da running giuste

    Guida alla scelta delle scarpe da running giuste

    Trovare una scarpe da running che si adatti perfettamente ai tuoi piedi non è un compito facile. Il mercato attuale offre così tanti modelli che a volte può essere difficile. Tuttavia, vale la pena prendersi del tempo per avere le giuste informazioni e confrontare i diversi modelli, poiché le scarpe da corsa svolgono un ruolo essenziale nell'assorbire e ridurre le vibrazioni che si verificano quando i tuoi piedi entrano in contatto con il terreno ad ogni passo. Ecco quindi la tua guida per scegliere le scarpe scarpe da running giuste.
  5. Le 3 scarpe da running Nike che sono alla moda e non vorrai mai togliere

    Le 3 scarpe da running Nike che sono alla moda e non vorrai mai togliere

    È noto che Nike è uno dei marchi più potenti nel settore del running, e l'azienda americana è riuscita a combinare e implementare alla perfezione nelle sue scarpe le tecnologie più all'avanguardia e i design più attraenti. Per questo motivo, questa volta vi presentiamo le 3 scarpe da running Nike che fanno tendenza e che non vorrete piú togliere, cosa aspetti a scoprirle?

© RUNNEA Copyright 2021.