19-09-2022 Running news

Che tipo drop devo usare se sono un corridore che tende a correre sul tallone?

Che tipo drop devo usare se sono un corridore che tende a correre sul tallone?

Cerchiamo di stabilire una relazione diretta con il drop ponendoci la seguente domanda: un drop elevato in una scarpa running significa un maggior grado di protezione? Soprattutto se la nostra priorità è cercare di ridurre il rischio di lesioni e proteggere il punto strategico del tendine d'Achille. Ci siamo rivolti alla voce dell'esperienza e il nostro podologo, Toni Fernández Sierra, della clinica PODUM di Córdoba, ha fatto luce sulla questione per scoprire se il drop ha un'influenza così forte o meno e come influisce sui corridori che tendono a correre di più sul tallone.

Pertanto, i punti chiave di questa masterclass del nostro podologo sportivo di punta includono la definizione di drop, chi dovrebbe utilizzare scarpe running con un drop elevato e quali sono le altezze geometriche consigliate, oltre ad altri aspetti da tenere in considerazione. Scopriamolo unsieme!

Qual è il drop della scarpa? - foto 1

Che cos'è è il drop della scarpa?

Prima di tutto, vi spieghiamo cos'è il drop della scarpa: è la differenza di altezza nell'intersuola tra la zona del tallone e quella della punta. Troveremo drop più alti, da 10 a 13 mm, e più bassi, anche di 0 mm, vale a dire che la differenza di altezza tra il tallone e l'avampiede è di 0 mm.

Una delle lesioni o dei disagi più frequenti che vengono imputati al drop basso di una scarpa è il dolore al tendine d'Achille. Và da sé che se iniziamo a sentire un fastidio al tendine d'Achille durante la corsa, la prima cosa da fare è fermarsi e analizzarlo. Una cosa semplice da dire, ma a volte difficile da fare, non è vero?

Un consiglio: se come regola generale è importante fermarsi prima di qualsiasi infortunio, prima di un sovraccarico nel tendine d'Achille è molto più importante perché, se sottovalutato, può toglierci dall'asfalto o dalla strada e lasciarci senza correre per molto tempo.

Come guida pratica, vi consiglio di rispondere a queste domande:

  • Che tipo di lesioni ho avuto?
  • Qual è la superficie su cui corro di solito?
  • Che tipo di scarpa running uso di solito?
  • Che tipo di impronta ho?

Sicuramente molti di voi sono in grado di auto-osservarsi e di rispondere senza problemi. Bene, avete già il 50% delle informazioni per risolvere i vostri problemi al tendine d'Achille.

Tendine d'Achille, il punto dolente del corridore - foto 2

Tallone d'Achille, il punto dolente dei corridori

Nella mitologia greca, Achille, il grande eroe della guerra di Troia, trovò la morte con una freccia avvelenata nel tallone. Da qui il riferimento all'utilizzo del tendine d'Achille come punto debole di una persona. E ancora di più nel caso specifico del corridore. Ma a questo punto è necessario spiegare quattro caratteristiche del tendine d'Achille:

È una struttura a cui, purtroppo, arriva poco sangue, ed è lì, nel sangue, che vanno a finire le sostanze che dovrebbero aiutarci a rigenerare il tendine. Questo è uno dei motivi per cui è così difficile recuperare dall'infortunio.

Il movimento controllato del tendine favorisce l'arrivo del sangue e il suo recupero.

Un movimento eccessivo del tendine lo costringe a lavorare di più e quindi il rischio di lesioni aumenta.

Se si immobilizza la zona e si impedisce il movimento del tendine, all'inizio si può avere sollievo, ma a medio o breve termine questa immobilizzazione "secca" il tendine e aggrava la lesione.

Qui sta la chiave: dobbiamo analizzare il caso specifico di ciascuno di noi, per decidere quale scarpa da corsa è più adatta a noi.

Quando e perché usare le Zapatillas de running drop? - foto 3

Quando e perché usare scarpe de running con un drop alto?

Vorrei sottolineare due situazioni in cui consiglierei le scarpe da corsa con un drop elevato:

Casi di dolore cronico con calcificazione dei tendini: si perde elasticità e il dolore è solitamente costante.

Casi acuti: quando il dolore è recente e di solito è accompagnato da infiammazione.

In entrambi i casi limiteremo il lavoro del tendine, per cui il dolore diminuirà.

Due osservazioni:

  • Fate attenzione ed evitate i modelli con un ampio colletto imbottito, poiché tendono ad aumentare l'attrito nella zona, soprattutto durante la corsa.
  • I design della tomaia nel tallone, come ad esempio quelli della linea Solar Boost e simili, proteggono il tendine e la sua area di inserzione.

Un drop alto significa un grado di protezione più elevato?

La risposta generale è . Ora vengono le sfumature. Al giorno d'oggi le scarpe hanno profili molto alti (anche più di 3 cm nel tallone) e materiali dell'intersuola a volte molto "morbidi" o con design del tallone poco stabili, quindi se siamo abituati a correre sul tallone e la nostra muscolatura stabilizzatrice della caviglia non è in grado di sostenerci, soffriremo di maggiore instabilità durante la corsa e il nostro tendine d'Achille sarà a rischio.

Un consiglio: se avete la tendenza a lesionarvi il tendine d'Achille, cercate scarpe con un drop alto e stabile, soprattutto se avete la tendenza a battere il tallone durante la corsa.

I problemi causati dall'uso eccessivo di scarpe da corsa ad alta pendenza - foto 5

Problemi causati dall'uso eccessivo di scarpe con drop elevati

Un drop alto utilizzato nella fase acuta del dolore al tendine d'Achille non aiuterà a migliorare i sintomi, ma se prolunghiamo a lungo questa sistemazione del tendine, questo entrerà in una fase di retrazione e accorciamento, con perdita di elasticità, e noteremo che, se torniamo a utilizzare scarpe con calate medie o basse, il nostro tendine soffrirà di più.

Con il tempo si potranno osservare calcificazioni, infiammazioni, versamenti e altre lesioni multiple nell'area di inserzione del tendine, come risultato dei sovraccarichi dovuti all'uso eccessivo, secondario a questa retrazione. Si tratta di persone che dicono addirittura di non poter camminare a piedi nudi o di indossare calzature molto piatte, come le infradito.

Inoltre, un drop elevato provoca un aumento della flessione del ginocchio, per cui si possono notare sovraccarichi in questa zona. Alla fine, ci sarà sempre qualcuno che dovrà lavorare un po' di più...

Un consiglio: in questi casi, consiglio di fare un lavoro intenso sui muscoli del polpaccio e del soleo per aumentarne l'elasticità e la propriocettività durante la camminata o la corsa.

Qual è l'altezza di drop consigliata per chi corre sul tallone?

Ho sempre consigliato un drop tra 8 e 10 mm per le scarpe da strada e tra 4 e 6 mm per quelle da montagna. Ma questi sono dati molto relativi e lo sono ancora di più con i profili che stiamo vedendo nelle scarpe da corsa.

Se i materiali dell'intersuola e la sua geometria rendono veloce la transizione dal tallone alla punta (maggiore è il drop, maggiore è l'effetto di scivolamento e più veloce è la transizione), possiamo sfruttare questi drop elevati per andare più veloci, beh... e se i nostri muscoli sono allenati per questo.

Una nota: il colpo di tacco non è una cosa negativa. Ci sono grandi corridori che entrano in scena correndo sul tallone.

Il drop è così determinante per la scelta della scarpa running giusta? - foto 4

Il drop è un fattore così determinante nella scelta della scarpa running giusta?

Personalmente, non la penso così. Credo che l'importante sia conoscere il nostro corpo, gli infortuni più comuni o i punti deboli della nostra tecnica di corsa e utilizzare il drop come strumento di compensazione. Ma se siamo "equilibrati", non credo che dovremmo lasciarci sopraffare troppo.

Come ho detto prima, con alcune eccezioni, oggi la geometria o i materiali utilizzati per realizzare una scarpa sono molto più importanti del drop.

Ad esempio, lasciando le scarpe da corsa, un drop elevato è quasi obbligatorio per una scarpa da padel. Tuttavia, per qualche motivo che non riesco a capire, queste scarpe sono progettate con altezze medie o basse, privilegiando la stabilità rispetto alla torsione e il massimo sostegno dell'avampiede rispetto al drop. Ma se consideriamo gli infortuni tipici del padel, le lesioni al tendine d'Achille sono tra le più comuni.

Raccomandazioni per scarpe con un maggior grado di protezione del tallone

Con questa chiara premessa di offrire ammortizzazione, stabilità e protezione nella zona del tallone, le scarpe running che possono essere consigliate in modo generale sono:

Adidas SolarGlide 5

Raccomandazioni per le scarpe con il massimo grado di protezione del tallone - adidas Solarglide 5

Le caratteristiche più evidenti delle adidas Solarglide 5 sono la combinazione di una tomaia in maglia, di un'intersuola con ammortizzazione BOOST e dell'esclusivo sistema adidas LEP 2.0. Il risultato è un incredibile ritorno di energia e una stabilità superiore sulle lunghe distanze.

Brooks Adrenaline GTS 22

Consigli per le scarpe da corsa con il massimo grado di protezione del tallone - Brooks Adrenaline GTS 22

Uno dei modelli di massima stabilità di Brooks Running, che si distingue per presentare un elevato drop e un notevole controllo laterale grazie all'esclusiva tecnologia GuideRails. Queste Brooks Adrenaline GTS 22 sono un chiaro esempio del perfetto equilibrio tra un'ammortizzazione confortevole e un sostegno e una stabilità che pochi modelli possono offrire sul mercato attuale.

Nike React Infinity Run Flyknit 3

Raccomandazioni per le scarpe con il massimo grado di protezione del tallone - Nike React Infinity Run Flyknit 3

Una delle ultime novità di Nike Running, e anche se questo modello non ha un drop esagerato (circa 8 mm), si tratta di una scarpa molto reattiva al contatto con il terreno. Quindi, se scegliete di indossare la Nike React Infinity Run Flyknit 3 punterete su un modello progettato per garantire una falcata fluida, confortevole e stabile per tutti i tipi di distanze su asfalto. Le tecnologie React e Flyknit sono la combinazione vincente di questo modello top di gamma del marchio dell'Oregon.

New Balance Fresh Foam 1080 v12

Raccomandazioni per scarpe con un maggior grado di protezione del tallone - New Balance Fresh Foam 1080 v12

Un'altra scarpa da corsa che non ha un drop molto alto (8 mm), ma la sua geometria fa sì che, con la poca tecnica di corsa che si ha, i tempi di impatto sul tallone e la fase propulsiva siano molto bassi. New Balance Fresh Foam 1080 v12 è progettata per i corridori neutri con una migliore capacità di rimbalzo e un sostegno più evoluto. Aerodinamica migliorata per la corsa su tutte le distanze.

Mizuno Ultima 13

Raccomandazioni per le scarpe con il massimo grado di protezione del tallone - Mizuno Wave Ultima 13

Un successo sicuro se cercate una scarpa da corsa con un tallone molto stabile grazie alla piastra Wave e a un drop di 12 millimetri. Ma l'ultima versione delle Mizuno Wave Ultima 13 è in grado di offrire una combinazione perfetta di ammortizzazione, propulsione e stabilità su tutte le distanze nelle sessioni di allenamento quotidiane.

Hai scritto: