Mizuno Wave Rider 23: Caratteristiche

Stai vedendo
Mizuno Wave Rider 23
Confrontare
Mizuno Wave Rider 23

Opinione dello specialista N/A

Opinioni degli utenti N/A

Qualche dubbio? Consulti il nostro specialista

Che pensi di questa Mizuno Wave Rider 23?

Non abbiamo ancora dei prezzi da Mizuno Wave Rider 23, ma li avremo presto

Le Mizuno Wave Rider 23, si presenta come uno dei lanci più aspettati dell'anno, stiamo parlando di uno dei fiori all'occhiello del marchio giapponese per i corridori con battistrada neutro, e che è rivolto agli atleti di tutti i livelli, dagli esperti ai principianti, e anche ottimizzato per tutti i tipi di distanze: brevi, medie e lunghe.

Riguardo alle precedenti edizioni, il Mizuno Wave Rider 23 alcune modifiche portano con sé, anche se ce ne sono alcune, e queste hanno come missione quella di rendere questo modello una scarpe da running in grado di offrire transizioni più dinamiche e fluide.

Mizuno Wave Rider 23, caratteristiche principali

In altre scarpe da running di Mizuno, forse, si potrebbe chiedere, ma fino ad oggi, e nella saga di Wave Rider è ancora qualcosa di non negoziabile. Cioè, le Wave Rider 23 continuano l'essenza propria del modello, presentano quella perfetta combinazione tra ammortizzazione e stabilità.

In questo senso, il lavoro trai i materiali Mizuno più all'avanguardia, leggere la tecnologia Wave, U4iC e U4icX sia nell'intersuola che nel tallone, favorisce che l'impronta ben ammortizzata sia anche più confortevole, fluida e dinamica. Ed è che questi Wave Rider 23 seguono anche il percorso segnato in Mizuno Wave Rider 22 per essere un modello più reattivo.

Grazie a quell'onda Wave dell'intersuola, il piede è più focalizzato e guida anche nella fase di atterraggio, disperdendo l'impatto. Come abbiamo sottolineato, il risultato è più stabilità e ammortizzazione migliore in ogni falcata.

Cercando di trasformarlo in una scarpa da corsa più flessibile, questi Mizuno Wave Rider 23 implementano un numero maggiore di tagli di flessione sia nella parte anteriore che nella sua area laterale.

Le novità delle Mizuno Wave Rider 23

Dall'anniversario del Mizuno Wave Rider 20, il modello che ha segnato un prima e un dopo in questa famiglia di assoluto successo, i designer dell'azienda giapponese hanno concentrato molti dei loro sforzi nel migliorare il design, la vestibilità e il comfort per conferire un tocco più minimalista. Questo gli permette di essere paragonato ad altri modelli best-seller come la Nike Pegasus 35, per esempio.

Così, questi Wave Rider 23 di Mizuno utilizzano questa efficace risorsa di combinazione di mesh ingegneristica (Engenireed Mesh) e tecnologia DynamotionFit, la cui missione è migliorare l'adattamento e la regolazione. Con questi presupposti sul tavolo, il concetto di doppia rete è più efficiente, perché soddisfa le funzioni di allungamento e mantenimento a seconda dell'intensità della corsa.

Ciò che è più significativo sono le modifiche introdotte nel sistema di allacciatura della scarpa. In questa parte della scarpa, le asole sono realizzate termosaldate e variano in posizione più laterale che frontale. Inoltre, le corde sono piatte, il che contribuisce indubbiamente ad aumentare il senso di regolazione più preciso.

Nella suola, il Mizuno Wave Rider 23 non presenta cambiamenti rispetto all'edizione precedente, mantenendo lo stesso modello e le scanalature flessibili e, naturalmente, incluso il solido composto X10 che migliora la durata e la trazione della scarpa.

La scommessa del Mizuno Wave Rider 23 è chiara, l'idea iniziale è quella di indossare una scarpa da corsa davvero versatile per tutti i tipi di distanze, e che ti permette di muoverti a velocità comprese tra le 4:30 e le 5:30 del mattino / km, assicurando smorzamento, stabilità e reattività.

© RUNNEA Copyright 2019.