Saucony Endorphin Edge

7.4
SCORE

Da 119,95 €



Caratteristiche

  • Genere
    Uomo Donna
  • Peso
    255 gr
  • Drop
    6 mm
  • Ammortizzazione
    Neutro
  • Costituzione
    Leggero Medio
  • Impronta
    Neutro
  • Superficie
    Trail
  • Uso
    Gara
  • Ritmo
    Alto
  • Tecnologia
    Piastra di carbonio
  • Piede
    Normale
  • Appoggio del piede
    Punta
  • Distanza
    Corto 10K Mezza maratona Maratona
  • Colore
    Azul Blanco Marrón Naranja Negro Rojo
  • Anno
    2022
Leggerezza
9
Ammortizzazione
8
Flessibilità
7
Risposta
9
Stabilità
8
Grip
8

Foto Saucony Endorphin Edge

1 / 4

Nuovo membro della famiglia Endorphin flying di Saucony, ma con grandi novità da tenere d'occhio. La nuova Saucony Endorphin Edge si presenta con l'etichetta di essere la prima scarpa da trail running del marchio americano che include l'ambita piastra in carbonio nell'intersuola. Un riferimento e un pioniere, di cui vi raccontiamo le aspettative in RUNNEA.

Non è stata confermata una data di uscita ufficiale, ma queste Saucony Endorphin Edge segneranno un prima e un dopo nel segmento dei terreni di montagna. I trail runner più veloci hanno già a disposizione questo modello che permetterà loro di muoversi a ritmi elevati, garantendo però anche l'adattabilità e la stabilità di cui ogni scarpa da trail running ha bisogno per affrontare le irregolarità del terreno.

Quali sono le novità della Saucony Endorphin Edge?

Nella progettazione e nella costruzione di queste innovative Endorphin Edge di Saucony c'è il lavoro congiunto svolto dalla famosa azienda del Massachusetts con la società Carbitex, leader nella produzione di fibre di carbonio. Il risultato è un'innovativa piastra in fibra di carbonio, curva e a forma di Y. Questa risorsa tecnologica consente alla piastra di essere più flessibile nella parte superiore, creando un effetto leva che vi spinge in avanti. La sua migliore caratteristica è che questa piastra è in grado di adattarsi al terreno su cui si corre, grazie al suo elevato livello di flessibilità.

In questo caso specifico, oltre a fornire una grande adattabilità, il design di queste Saucony Endorphin Edge cerca anche di fornire la migliore efficienza possibile. Per questo motivo, questa placca Carbitex è completata da un doppio strato del materiale stellare PWRUN PB per aumentare il grado di comfort, ma anche per garantire la protezione necessaria per le lunghe distanze.

È inoltre necessario sottolineare che questo modello di Saucony Endorphin Edge Endorphin Edge è stato progettato per aiutarvi a correre velocemente in montagna, ma non funzionerà allo stesso modo delle sue controparti su asfalto, come la Saucony Endorphin Pro 3. Non troverete le stesse sensazioni delle migliori scarpe con piastra in carbonio sull'asfalto, ma potrete usarle per competere con le garanzie e migliorare i record personali nelle vostre sfide alpine più impegnative.

Per mantenere questa sensazione di velocità e propulsione, Saucony Endorphin Edge utilizza una tomaia in mesh leggero per una traspirazione più efficace, perché l'umidità all'interno evapora più velocemente. Mentre la vestibilità e il supporto sono garantiti.

Qual è il prezzo della Saucony Endorphin Edge?

D'altra parte, il livello di protezione delle Saucony Endorphin Edge è garantito dall'esclusiva tecnologia PWRTRAC per una maggiore trazione e aderenza su diversi terreni.

In attesa di una conferma ufficiale, le specifiche della SauconyEndorphin Edge indicano un drop 6 mm e un peso approssimativo di 260 grammi. Per quanto riguarda il prezzo, non è stato rivelato nemmeno l'RRP, ma con una piastra in fibra di carbonio possiamo presumere che stiamo parlando di una modello top di gamma, e il suo prezzo sarà in linea con le dimensioni del modello. Probabilmente sopra i 200€ Insieme alle The North Face Flight VECTIV, queste Saucony Endorphin Edge rappresentano il salto di qualità che ci si aspettava anche nel trail running con l'arrivo delle fibre di carbonio nell'intersuola delle scarpe da corsa più veloci.

Review da Saucony Endorphin Edge

17 gennaio 2023

8.2

Saucony Endorphin Edge, la piastra in carbonio arriva nel trail running

Le scarpe Saucony sono sinonimo di comfort. Il modello Saucony Peregrine è stata la mia scarpa per un paio di stagioni e il modello Saucony Xodus mi ha accompagnato in alcune corse di ultra-distanza.

A prima vista la Saucony Endorphin Edge è bellissima. Indossarla è un piacere perché la sensazione di ammortizzazione è immediata. È una scarpa oversize, molto larga, che ci costringe a stringere i lacci ed eventualmente a stringerli di nuovo dopo pochi minuti di riscaldamento. Meglio se con calze morbide. Una volta adattata al piede è facile correre con loro, è super leggera in relazione alle sue dimensioni e, nonostante la suola sovradimensionata, sembra agile e reattiva, forse perché ha una piastra in carbonio, l'attrazione principale di questa scarpa.

Saucony Endorphin Edge

Tipo di terreno ideale della Saucony Endorphin Edge

Su terreni duri, asfalto e pista, funzionano alla grande, leggere e reattive ma mai rimbalzanti o morbide. Sull'erba si comportano bene anche quando sono bagnate. La tomaia è altamente traspirante e la scarpa è molto, molto ventilata. I problemi iniziano nelle aree tecniche. La scarpa è effettivamente "grande" e sui sentieri stretti con sporgenze e pietre ha i suoi limiti. Il suo tallone d'Achille è il fango e la roccia bagnata.

I tacchetti sono ideali per dimensioni, forma e distribuzione, ma i profili arrotondati della suola fanno scivolare la scarpa nel fango con un effetto simile a quello dell'aquaplaning; sarebbe meglio avere bordi rettangolari. Sulla roccia bagnata scivolano, in parte a causa dell'alleggerimento della suola che lascia all'aria due strisce del tessuto di rinforzo; sarebbe meglio coprire questi elementi. Quando il terreno tecnico è finito, su piste più larghe, ugualmente bagnate e anche con pietre sciolte, la scarpa è un piacere da indossare e non trattiene acqua o fango. I piedi terminano il test molto ben riposati.

Saucony Endorphin Edge

La seconda prova del nove si svolge su un terreno più adatto alle Endorphin Edge, piste in pietra e sterrato e ampi sentieri. Le sensazioni di corsa sono molto buone, la scarpa ti aiuta sempre e ho scoperto la principale virtù di questa scarpa in montagna. Quando si corre velocemente sui sentieri, in presenza dei soliti sassi sciolti e delle irregolarità, anche con un po' di umidità, il piede sente i cambiamenti di angolazione ma la suola non permette a nulla di incastrarsi nelle nostre suole; nonostante il suo oversize, è una scarpa stabile e protettiva con una buona sensibilità al terreno. Per finire, un piccolo spavento su un passaggio ripido con alcune pietre bagnate mi ricorda ancora una volta che bisogna fare attenzione con queste scarpe.

Dopo circa 100 km, la scarpa è abbastanza ben conservata, ad eccezione di alcune macchie sulla schiuma piuttosto morbida della suola, forse conseguenza della corsa su terreni rocciosi.

Saucony Endorphin Edge

Tipo di corridore ideale per le Saucony Endorphin Edge

Consigliate per runner medio-pesanti, piedi larghi, per atleti più leggeri anche valide ma non otterranno lo stesso risultato. Creata per la corsa su lunghe o ultra distanze su percorsi di tecnica medio-bassa (buone piste e sentieri) e che consentono una corsa veloce scarpa ideale per la serie grazie alla sua reattività), i tratti tecnici o scivolosi sono peggiori per loro a causa del loro sovradimensionamento. Il dettaglio della gomma per raccogliere i lacci è molto buono.

In conclusione, la Saucony Edorphin EDGE è una scarpa running estremamente comoda, che non si comprime affatto, con un'ammortizzazione che permette di mantenere il piede riposato nonostante i chilometri accumulati, con un'ottima stabilità e una reattività inaspettata per una scarpa oversize, grazie alla piastra in carbonio. D'altra parte, la misura oversize fa sì che le persone con la pianta del piede stretta, possano notare un'eccessiva scioltezza; una leggera riduzione della larghezza migliorerebbe notevolmente il fit.

Saucony Endorphin Edge

Leggere e ventilate. Sul terreno inghiottono tutto, si comportano in modo eccellente tranne che sui terreni grassi dove sbandano eccessivamente e sulla roccia bagnata dove ci faranno davvero soffrire.

Siamo di fronte a una scarpa orientata alle lunghe distanze grazie al suo estremo comfort (a partire da 3 ore si notano i suoi vantaggi) e ideale per le piste e i sentieri larghi. Consentono anche la corsa veloce, ad eccezione delle limitazioni tecniche già menzionate.

Saucony Endorphin Edge


  • Leggerezza: 9
  • Risposta: 9
  • Ammortizzazione: 10
  • Stabilità:8
  • Flessibilità: 8
  • Presa: 5

Opinioni di Saucony Endorphin Edge

Sii il primo a scrivere una recensione

-

Valutazione media
Dagli utenti
Max: -
Min: -
Leggerezza
-
Ammortizzazione
-
Flessibilità
-
Risposta
-
Stabilità
-
Grip
-
7.4
SCORE

Saucony Endorphin Edge sono al 372 posto nella classifica delle migliori scarpe running.

La nostra selezione

Anche da Saucony