Adidas Adizero Adios Pro 3


Servizi

Leggerezza
8
Ammortizzazione
9
Flessibilità
8
Risposta
9
Stabilità
8
Grip
9

Caratteristiche

Id
Values
Genere Uomo , Donna
Peso 230gr
Drop 6,5
Ammortizzazione Alto
Costituzione Leggero
Impronta Neutro
Superficie Asfalto
Uso Gara
Ritmo Alto
Tecnologia carbon-plate
Piede Normale
Appoggio del piede Punta
Distanza Mezza maratona , Maratona
Sostenibilitá Materiale riciclato
Anno 2022

Foto Adidas Adizero Adios Pro 3:

L'attesa è finita. Sono arrivate le adidas Adizero Adios Pro 3, la terza versione della saga adidas di maggior successo degli ultimi anni. Il marchio tedesco ha compiuto un grande sforzo per migliorare un modello che aveva poco da migliorare. Una scarpa fatta per battere i record nelle gare di lunga distanza con una delle migliori sensazioni di comfort e reattività del mercato.

La nuova edizione della scarpa running di maggior successo dell'azienda tedesca ritorna con la stessa essenza ma con alcuni miglioramenti nella sua struttura, come l'incorporazione di due strati di schiuma nell'intersuola e l'ottimizzazione della piastra di carbonio con l'obiettivo di ottenere un maggiore ritorno di energia in ogni passo. Un altro aspetto degno di nota è la riduzione del drop, che conferisce maggiore altezza alla zona dell'avampiede.

Adidas Adizero Adios Pro 3: intersuola

Per aggiungere maggiore stabilità alla scarpa, adidas ha scelto di allargare la parte anteriore e posteriore della piattaforma della suola, oltre a includere alcuni tagli a forma di cuneo nella schiuma, prendendo come riferimento il modello adidas Adizero Takumi Sen 8.

Un modello che si è già potuto vedere, soprattutto, nella prova di mezza maratona dell'esclusivo evento Adizero Road To Records dello scorso 30 aprile, che punta a fare adesso un ulteriore salto di qualità per competere testa a testa con i suoi concorrenti come Nike o ASICS ed essere la scarpa scelta da atleti d'élite e popolari per battere i loro record di mezza maratona e maratona.

adidas Adizero Adios Pro 3, caratteristiche principali

Una delle chiavi delle buone prestazioni di questa scarpa running per uomo e donna risiede nella composizione dell'intersuola. In questo caso, i progettisti hanno scelto di includere una schiuma Lightstrike Pro a doppio strato che genera un'ammortizzazione ancora maggiore rispetto alle versioni precedenti. L'altra chiave, senza dubbio, è l'ottimizzazione della piastra in fibra di carbonio sotto forma di barre, che adidas chiama EnergyRods 2.0.

Adidas Adizero Adios Pro 3: tomaia

La scarpa continua a mantenere la sua filosofia di profili molto alti, mantenendosi in linea con il limite legale consentito da World Athletics, che è di 40 mm per le scarpe da strada. In questo caso, hanno deciso di ridurre il drop a 6,5 mm, con 395 mm nella zona del tallone e 33 mm nell'avampiede. È possibile che con l'obiettivo di cercare un'impronta più avampiede e sfruttare così tutto il ritorno di energia fornito dall'intersuola e dalla piastra in carbonio.

La maglia tecnica è comunque molto leggera e offre un alto grado di traspirabilità. Correte con una sensazione di non indossare nulla e con la sensazione di leggerezza. Come sempre, la strategia di adidas continua a essere quella di presentare un modello più sostenibile, utilizzando materiali riciclati per la sua costruzione.

Adidas Adizero Adios Pro 3 3: suola

Adidas continua ad affidarsi alla suola in gomma Continental, ma in questa terza versione ha scelto di utilizzare scanalature più ampie in modo che la schiuma dell'intersuola sia più chiaramente visibile, probabilmente per ridurre leggermente il peso della scarpa senza intaccare l'ottimo grip di questa mescola.

adidas Adizero Adios Pro 3, pronta a battere tutti i record

L'adidas Adizero Adios Pro 3, come i suoi predecessori Adizero Adios Pro 2 e Adios Pro, è una scarpa fatta per la corsa con ritmo alto, poiché è a ritmi inferiori a 4 minuti/km circa che si inizia a sentire il suo pieno potenziale. Si rivolgono a un profilo di corridore con esperienza e una tecnica di corsa abbastanza raffinata, essendo una scelta migliore per quei corridori che atterrano sull'avampiede.

Nonostante sia un modello focalizzato sulla corsa veloce, stiamo parlando di una scarpa focalizzata sulle lunghe distanze grazie al suo design che permette di mantenere l'efficienza della falcata e di migliorare l'economia di corsa. Ciò comporta un risparmio energetico e ritarda l'insorgere della stanchezza, fattore cruciale in eventi come la maratona.

Inoltre, la costruzione ingegneristica tedesca è in grado di fornire una sensazione molto morbida e piacevole sotto il piede, nonostante sia una scarpa molto leggera (230 gr), anche se leggermente più pesante della versione precedente, probabilmente a causa della maggiore larghezza delle piattaforme del tallone e dell'avampiede. L'Adizero Adios Pro 3 ha un prezzo di partenza di 250€, un prezzo più basso del suo concorrente NIKE Alphafly Next% 2 Proto, un fattore che può sbilanciare la scelta verso il marchio tedesco.

Abbiamo davanti a noi un modello che ha tutte le carte in regola per tornare a essere una delle scarpe da corsa preferite dai runner per battere i propri tempi o per ottenere le migliori prestazioni possibili nelle mezze maratone e nelle maratone.

Review da Adidas Adizero Adios Pro 3

Gorka Cabañas

Gorka Cabañas

Tester

8.5 8.5

adidas Adizero Adios Pro 3: una scarpa da Formula 1 per chi lotta per il primo posto sul podio.

La nuova adidas Adizero Adios Pro 3 è la scommessa del marchio tedesco a diventare la scarpa da corsa più veloce del mercato. E, visti i miglioramenti e le evoluzioni proposte in questa terza edizione, la ricerca del primo gradino del podio è più equa come non era successo mai nella storia. Il dominio Nike negli ultimi anni è stato minacciato non solo da marchi come adidas, ma anche da altri come ASICS, New Balance, Saucony e Hoka, che hanno puntato le loro mire e le loro risorse sulla produzione di vere scarpe running di Formula 1.

Adidas

Come prima premessa, bisogna considerare che questa non è una scarpa per tutti, anzi! In effetti, è una scarpa per pochi corridori. Tuttavia, posso dire che i miglioramenti implementati in questa terza edizione delle Adizero Adios Pro la rendono più veloce, più stabile, ma questo implica che non siano più leggere della versione precedente.

Per quale tipo di corridore consigliamo le adidas Adizero Adios Pro 3?

Adidas

Le adidas Adizero Adios Pro 3 sono scarpe running volanti per corridori esperti con una buona tecnica di corsa e ritmi veloci, sempre sotto i 4:15 m/km. Ideale per corridori di peso medio-leggero (fino a circa 75 kg) che atterrano sul mesopiede o sull'avampiede (vedremo che il loro drop diminuisce) e per distanze fino alla maratona.

Si tratta ovviamente di un modello destinato al 100% alla corsa su asfalto e soprattutto alle competizioni, dove potrete sfruttare le sue virtù. Per questo motivo non ne consigliamo l'uso continuativo durante le sessioni di allenamento, per preservarne la durata.

Cosa ci è piaciuto di più delle Adizero Adios Pro 3?

Adidas

Se avete avuto modo di leggere la scheda della Adizero Adios Pro 3 su RUNNEA, vedrete che ci sono molti cambiamenti rispetto al modello precedente, anche estetici. Ma ci concentreremo su quelle più rilevanti per i runner e che dovreste prendere in considerazione se queste scarpe sono nella vostra lista dei desideri come prossime scarpe da corsa.

Ora è una scarpa più stabile. Troviamo una forma leggermente più larga rispetto al modello precedente, soprattutto nella zona del metatarso o dell'avampiede. Adidas è chiaramente alla ricerca di maggiore sicurezza ed efficienza per i corridori con una tecnica di corsa più raffinata. A tal fine, la scarpa è stata dotata di un nuovo drop di 65 mm per ottenere un ciclo di falcata più naturale e fluido dall'atterraggio del piede centrale alla partenza.

Anche le aste Energy Rods 2 in fibra di carbonio sono state rinnovate, cercando un nuovo layout che garantisca maggiore reattività e stabilità.

Adidas

La combinazione del doppio strato di schiuma Lightstrike Pro conferisce una maggiore ammortizzazione, ma un'ammortizzazione molto vivace, che restituisce l'energia in ogni ciclo della falcata in combinazione con l'azione delle Energy Rods 2. L'altezza dell'intersuola nel tallone è di 395 mm e di 33 mm nell'avampiede. Molto vicino al limite di 40 mm stabilito dalle autorità competenti.

La presenza di gomma Continental nella suola è aumentata, è ancora presente nella zona della punta ma la superficie è leggermente più ampia rispetto al secondo modello, per garantire una maggiore trazione in fase di partenza.

Anche la parte superiore presenta delle modifiche. Nuovi materiali dal tocco plastificato con una certa corposità che forniscono maggiore stabilità e sostegno al piede. Una linguetta ampia ma sottile e leggera, simile al camoscio, che è attaccata ai lacci per evitare che si muova durante la corsa. E un'allacciatura che si adatta molto bene, compresi due nuovi ancoraggi nella zona più vicina alle dita dei piedi per evitare movimenti indesiderati.

Nella zona del tallone, una striscia di materiale simile alla pelle che conferisce un certo sostegno alla zona. E un occhiello, ripiegato, che si può stringere per una calzata più comoda e veloce della scarpa. Molto utile, ad esempio nel triathlon, e nella zona interna due cuscinetti per dare comfort e sostegno alla caviglia.

Possibili miglioramenti per le edizioni future

Il comfort di questo tipo di scarpe è complicato. Le sensazioni che si provano indossando un modello da corsa come questo sono spartane, è normale. la velocità è più importante del comfort, ma sarà sempre un punto che potrà essere migliorato in ogni nuova edizione.

Il modello guadagna qualche grammo rispetto alle Adizero Adios Pro 2. Non lo vedo come un aspetto negativo, dato che quei grammi sono compensati dalla maggiore stabilità, dal cambio di drop, dal miglioramento del sistema di aste in fibra di carbonio o dalla nuova geometria della scarpa, ma è sempre curioso, in una battaglia così agguerrita come quella dei più veloci, vedere che un modello guadagni peso invece di perderlo.

Conclusioni

Si tratta di una scarpa molto veloce e con una sensazione totalmente diversa da qualsiasi altra mai provata. Si sente davvero l'impulso e il sostegno in ogni falcata, ma bisogna avere ben chiaro l'obiettivo del modello e il proprio profilo di corridore ideale. Se si esce da questi profili, sarà come guidare una Ferrari su una pista di ghiaccio. Se vi stanno bene, avete ai piedi uno strumento perfetto per migliorare le vostre prestazioni. Se non si riesce, non si può dare la colpa alle scarpe.

I principali rivali delle Adizero Adios Pro 3

Opinioni di Adidas Adizero Adios Pro 3

Sii il primo a scrivere una recensione

- -

Valutazione media
Dagli utenti

Max: -
Min: -

Leggerezza

-

Ammortizzazione

-

Flessibilità

-

Risposta

-

Stabilità

-

Grip

-

Domande e commenti da Adidas Adizero Adios Pro 3

Non ci sono domande o commenti