Nike Zoom Fly 5

8.5
SCORE

Prezzo originale Nike 159,99 €

Da 118,99 €



Caratteristiche

  • Genere
    Uomo Donna
  • Peso
    286 gr
  • Drop
    8 mm
  • Ammortizzazione
    Neutro
  • Costituzione
    Leggero
  • Impronta
    Neutro
  • Superficie
    Asfalto
  • Uso
    Allenamento Gara
  • Ritmo
    Alto
  • Tecnologia
    Piastra di carbonio
  • Piede
    Normale
  • Appoggio del piede
    Punta
  • Distanza
    Corto 10K Mezza maratona Maratona
  • Sostenibilitá
    Materiale riciclato
  • Colore
    Azul Blanco Negro
  • Anno
    2022
Leggerezza
9
Ammortizzazione
9
Flessibilità
8
Risposta
9
Stabilità
8
Grip
8

Premi

I redattori e i tester premiano i loro modelli preferiti

Foto Nike Zoom Fly 5

1 / 5

Abbiamo già con noi la tanto attesa Nike Zoom Fly 5. Una delle collezioni con piastra in carbonio a prezzi contenuti e accessibili. Ecco perché il suo interesse sta crescendo ed è all'ordine del giorno. Naturalmente la redazione di RUNNEA è al lavoro e vi racconterà tutti i dettagli.

Le scarpe running Nike Zoom Fly 5 si presentano con una novità radicale rispetto a quanto visto nelle precedenti edizioni, pur senza perdere le caratteristiche fondamentali di una scarpa veloce. Sono adatte sia ad allenamenti impegnativi di qualità che in gara. Infatti, l'intera riprogettazione è stata creata tenendo conto dello slancio in ogni falcata e della velocità. Il suo scopo è quello di far correre più a lungo, impiegando il minor tempo possibile.

Nike Zoom Fly 5, caratteristiche principali

Il rinnovamento delle Zoom Fly 5 Nike è accompagnato da grandi aspettative. Stiamo parlando di un design ispirato al top di gamma Nike Vaporfly Next% 2, ma con una nuova estetica più vicina alle iconiche Nike Pegasus 39 o Nike Alphafly Next%.

La Nike Zoom Fly 5 presenta cambiamenti molto significativi rispetto alla precedente versione, la Nike Zoom Fly 4. Per cominciare, la scarpa avrà un'area del tallone e dell'avampiede più ampia, che fornisce maggiore stabilità, ma migliora anche le transizioni.

Come novità principale, queste Nike Zoom Fly 5 arrivano sul mercato con una nuova configurazione dell'intersuola. La piastra in fibra di carbonio a tutta lunghezza è eccellente nella sua struttura ed è ciò che trasmette una sensazione di propulsione più accentuata.

Nike Zoom Fly 5, caratteristiche principali

D'altra parte, mantenendo l'impegno del marchio Oregon per l'innovazione, c'è un cambiamento importante con l'inclusione della schiuma ZoomX Scrap evoluta. Un materiale sviluppato per fornire un ritorno di energia e una risposta più leggera, ma tenendo conto della sostenibilità. Questa mescola utilizza materiale riciclato e avanzato da altri modelli Nike. Inoltre, questa schiuma ZoomX Scarp è disponibile anche in formato integrale.

Altri punti a favore di questa intersuola si trovano nella nuova schiuma SR02, che permette di aumentare la capacità di ammortizzazione sia in termini di leggerezza che di protezione. Allo stesso tempo, ne aumenta anche la durata.

Il fatto che la Nike Zoom Fly 5 sia una scarpa leggerissima non significa che l'aspetto della sicurezza debba passare in secondo piano. Infatti, il modello è dotato di lati rinforzati, che avvolgono il piede per migliorare la stabilità, ma anche per mantenere il piede centrato. Naturalmente, correrete in modo più sicuro.

Calzata della nuova Nike Zoom Fly 5

Nike Zoom Fly 5, tomaia

Oltre alle capacità di ammortizzazione, propulsione e risposta, ogni scarpa running per la corsa veloce su asfalto ha in sé una calzata ben specifica. Nel caso delle Nike Zoom Fly 5 proviamo grande comfort ad ogni chilometro percorso.

La tomaia sembra avere una maglia tecnica aperta, in cui spicca un materiale traspirante, ma che aggiunge anche maggiore flessibilità e comfort all'insieme. Il miglioramento della calzata è più che evidente.

Nike Zoom Fly Zoom Fly 5, suola

Mentre sulla suola, quella finestra aperta permette di mostrare la piastra in fibra di carbonio. La mescola in gomma garantisce una copertura totale sull'asfalto, prolungando la durata della scarpa. Sono scarpe che vi accompagneranno per numerosi chilometri.

Review da Nike Zoom Fly 5

17 marzo 2023

Pro

  • Più versatile delle versioni precedenti
  • Calzatura molto piacevole anche a ritmi elevati

Contro

  • Meno veloce rispetto alle edizioni precedenti
  • Suola non perfetta in condizioni di pioggia o di bagnato

Nike Zoom Fly 5: controllo totale negli allenamenti veloci

Se state pensando di passare alla piastra in carbonio per le vostre giornate di gara o avete bisogno di una scarpa per gli allenamenti di velocità o per i ritmi controllati, avrete probabilmente notato come il nuovo modello Nike, la Zoom Fly 5, sia emerso con forza tra i corridori che si affidano al marchio americano. Sostenuta da quattro ottime generazioni di predecessori, la quinta scarpa di questa linea rompe con tutto ciò che è stato stabilito per questo modello.

Recensione Nike Zoom Fly 5, durata

La prima cosa che colpisce quando si vede la scarpa running per la prima volta è il suo aspetto oversize. Sono finiti i tempi in cui la scarpa era un'estensione del piede e ora, con una maggiore protezione laterale edell'intersuola, la Zoom Fly 5 può sembrare un modello "goffo", ma una volta in piedi questa sensazione si riduce fino a diventare quasi impercettibile. La scarpa si propone di fungere da volantino con l'estetica e la protezione dei modelli del marchio.

Una volta tra le mani, si nota chiaramente che non si tratta di un modello leggero se lo confrontiamo con le edizioni precedenti. La giustificazione è da ricercare in diversi punti della costruzione della scarpa. Se confrontiamo la suola, questa nuova generazione presenta una suola in gomma in due parti, mentre nella Zoom Fly 4 la costruzione di questo modello era identica nella forma alla Vaporfly, che non presenta quasi nessun rinforzo nel tallone. Un'altra ragione dell'aumento di peso è la costruzione della tomaia. Nella generazione precedente abbiamo riscontrato una minore protezione, un materiale simile al neoprene che avvolgeva il piede e una tomaia meno rinforzata nei punti critici di usura rispetto alla nuova Nike Zoom Fly 5.

Con le buone impressioni di questo modello nelle sue quattro precedenti generazioni e con l'intenzione di ottenere una scarpa reattiva per l'allenamento e la competizione come complemento alla Nike Vaporfly, ho deciso di provare questo modello che, come dettaglieremo più avanti, è composto nell'intersuola da schiuma Zoom X.

Questo è senza dubbio il più grande cambiamento rispetto alle generazioni passate. Una schiuma che offre reattività e leggerezza extra ma che, grazie alla combinazione di questo Zoom X con la schiuma SRO2, ha una durata molto più lunga rispetto ad altri modelli del marchio con questa mescola.

A che tipo di corridori sono destinate le Nike Zoom Fly 5?

Recensione Nike Zoom Fly 5, profilo del corridore

Questo modello è destinato a corridori di peso medio-basso, fino a circa 80 kg. In questo modello Nike, nonostante sia costruito su un'intersuola Zoom X, presenta una minore deformità dell'impronta rispetto a modelli come la Vaporfly Next % o la Alphafly Next %. Il motivo? Proprio grazie allo Zoom X.

In questa quinta generazione della linea Zoom Fly troviamo la schiuma Zoom X Scrap, una mescola più rigida rispetto alle sorelle maggiori, che offre una grande stabilità nel footstrike ed è costruita con materiali riciclati. Infine, quella sensazione di stabilità che, come abbiamo detto, è aumentata rispetto ai suoi predecessori, ha il suo apice nella schiuma SRO2, un materiale che serve ad aumentare la durata di un'intersuola che, se non fosse per questo nuovo inserimento, supererebbe a malapena i 400 chilometri di vita utile.

Questo modello è destinato a ritmi veloci, giornate di serie o ritmi controllati. Per questo motivo, le sensazioni migliori con questa scarpa si hanno in situazioni in cui il ritmo al chilometro è inferiore a 4:00 minuti; al di sopra di questo valore, può risultare addirittura scomoda a causa della piastra in carbonio.

La sua combinazione con l'intersuola in schiuma si traduce in una scarpa molto rigida, al punto da rendere difficile la flessione con la mano o addirittura con la propria falcata se si è un corridore leggero e non si genera una forza sufficiente nella falcata per piegare la scarpa e quindi ottenere il massimo dalle prestazioni di queste Zoom Fly 5.

Recensione Nike Zoom Fly 5, intersuola

Personalmente, ho trovato la migliore propulsione e sensazione di comfort solo al di sotto di questa barriera e man mano che si progredisce nel chilometraggio di allenamento. Al di sopra di questi ritmi, la scarpa non è così piacevole, ma se vi piace avere una sensazione di rigidità o avete un peso medio, questa è la vostra scarpa anche per ritmi fino a 4:30 minuti al chilometro.

Al di sopra di questa barriera ci sono modelli che si adattano molto meglio a queste esigenze. Questo non significa che le Zoom Fly 5 non siano adatte a ritmi più elevati, ma che potreste non avere una sensazione migliore rispetto ad altri modelli o semplicemente non essere in grado di sfruttare al meglio le prestazioni di questa scarpa che, tra l'altro, sono molto buone.

Così come a velocità medie ci sono opzioni migliori, quando esponiamo la scarpa a velocità più elevate diventa troppo stabile, con troppa protezione e non si sente agile come i modelli progettati esclusivamente per la competizione. Ho riscontrato questa sensazione solo nei percorsi di serie veloci, intorno ai minuti 3 al chilometro, ma senza dubbio sono un'opzione eccellente per i percorsi di gara controllati, nelle distanze molto esplosive questo modello ha troppa stabilità e controllo.

Per quali distanze consigliamo la Nike Zoom Fly 5?

Recensione Nike Zoom Fly 5, distanze

Durante le mie uscite con questo nuovo modello ho provato sensazioni diverse a seconda della distanza. Sebbene questo modello sia stato progettato per le corse in serie o a ritmo controllato, personalmente ho trovato le migliori sensazioni nelle corse più lunghe.

Pertanto, ritengo che sia una scarpa ideale per le medie distanze, dai 10k fino alla mezza maratona e anche per i corridori con peso ridotto e buona tecnica, per le distanze più lunghe. Sulle brevi distanze, come ho già detto, questa stabilità extra, che si apprezza nei ritmi confortevoli e controllati, penalizza quando gli sforzi sono molto intensi e sulle brevi distanze. Nonostante ciò, questo modello è più che all'altezza del suo scopo e non sentirete la mancanza di un modello da competizione esclusivo sotto i vostri piedi.

Cosa ci è piaciuto di più della Nike Zoom Fly 5?

Indubbiamente ciò che mi è piaciuto e mi ha sorpreso di più di questo modello è la sua capacità di offrire risposta nelle corse più lunghe di 10 km e la reattività dell'intersuola, che senza essere uguale a quella delle sue sorelle maggiori, è più che accettabile per una scarpa il cui prezzo iniziale non supera i 160€.

Anche se aumenta il peso della scarpa, la sensazione di protezione del piede è una scelta sicura per le corse più lunghe. La reattività della suola è molto competitiva sul mercato grazie allo Zoom X e alla piastra in carbonio e, anche se dovremo aspettare il degrado con il passare dei chilometri, le sensazioni migliorano ad ogni chilometro fino a diventare una scarpa molto piacevole da usare, eliminando la sensazione di estrema rigidità delle prime uscite.

Un altro punto di forza è la vestibilità. La protezione nella zona del tallone è massima e la calzata è perfetta, uno dei must della quarta generazione. Questo supporto è completato dalla zona del collo del piede, composta da un taglio classico e da una linguetta imbottita, che trattiene perfettamente il piede all'interno della scarpa e lo fissa in modo che non si muova durante la corsa. Un altro aspetto positivo è che nella zona metatarsale c'è più spazio rispetto alle edizioni precedenti e la sensazione di pressione in quella parte del piede scompare.

Opportunità di miglioramento in Nike Zoom Fly 5

Recensione Nike Zoom Fly 5, suola

Ma non tutto è positivo in questo modello. Senza dubbio il punto che richiede più lavoro è la suola. La nuova composizione, simile a quella che troviamo nelle Nike Zoom X Invicible Run Flyknit 2, non offre sicurezza quando il terreno è bagnato o in condizioni di pioggia.

La scarpa scivola e,nelle serie in cui la velocità è elevata, genera addirittura situazioni di insicurezza nelle curve o nelle curve strette quando si corre sull'asfalto, cosa che non accade nei modelli della concorrenza diretta. Quando la nostra corsa è secca non ho avuto problemi con questo punto, quindi se vivete in una zona con poche precipitazioni è un'opzione molto interessante per completare il vostro guardaroba.

La concorrenza diretta di questo modello è senza dubbio la Boston 10 e 11 di Adidas, anche se non è l'unica scarpa a cui il marchio tedesco deve guardare per analizzare la concorrenza diretta. ASICS dispone di un modello con caratteristiche simili, l'ASCIS Magic Speed 2.

Con quali modelli possiamo confrontare la Nike Zoom Fly 5?

Queste Nike Zoom Fly 5 possono essere confrontate con altri modelli presenti sul mercato come:

Conclusioni finali sulla Nike Zoom Fly 5

La Nike Zoom Fly 5 è senza dubbio una scarpa più versatile rispetto alle generazioni precedenti. La scarpa ha guadagnato stabilità grazie alla maggiore larghezza nella zona del metatarso e del tallone. Questo aumento offre una sensazione molto piacevole a ritmi compresi tra 3:20 e 4:00 minuti al chilometro e permette anche ai corridori che non hanno una tecnica di corsa raffinata di godere delle prestazioni di questo modello.

Per quanto riguarda l'intersuola, ero sicuro che questa Zoom X non sarebbe stata reattiva come le scarpe da corsa, e sono rimasto piacevolmente sorpreso da questo aspetto. La combinazione con la piastra in carbonio si traduce in una scarpa molto rigida, più di altri modelli del marchio, che man mano che, si avanza nel chilometraggio, si ammorbidisce per dare come risultato una scarpa molto piacevole ad alti ritmi. Inoltre, la combinazione di schiume fa sì che la caratteristica deformazione dell'intersuola non esista equesto permette di coprire una gamma più ampia di atleti.

Personalmente ritengo che sia un'ottima opzione per le giornate di chilometri a ritmo controllato e per le competizioni in cui si cercano sensazioni simili a quelle del giorno della gara. Per le giornate brevi ed esplosive potreste sentirvi un po' pesanti e a volte poco agili.

In conclusione, ritengo che la nuova Nike Zoom Fly 5 sia una scarpa meno rapida rispetto alle edizioni precedenti e che abbia guadagnato in comfort per la corsa a ritmi sostenuti. Il più grande punto negativo è senza dubbio la suola in condizioni di bagnato o pioggia. Nike deve migliorare questo aspetto se vuole competere con altri modelli concorrenti il cui punto di forza è proprio la buona presa.

Valutazione del tester RUNNEA

  • Leggerezza: 8
  • Reattività: 9
  • Ammortizzazione: 10
  • Stabilità: 9.5
  • Flessibilità: 7
  • Grip: 6

Opinioni di Nike Zoom Fly 5

Sii il primo a scrivere una recensione

-

Valutazione media
Dagli utenti
Max: -
Min: -
Leggerezza
-
Ammortizzazione
-
Flessibilità
-
Risposta
-
Stabilità
-
Grip
-
8.5
SCORE

Nike Zoom Fly 5 sono al 124 posto nella classifica delle migliori scarpe running.

Sei un fan delle Nike Zoom Fly 5?

Visualizzare tutti i modelli di:  
La nostra selezione

Anche da Nike

Taglia
Negozio
Prezzo
Colore